Viaggiare in Cefalonia con il traghetto

Cefalonia è la più estesa delle Isole Ionie, nella Grecia occidentale; le sue splendide spiagge, contornate da rilevi verdeggianti e da un mare cristallino attirano ogni anno migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo. Il modo per raggiungere e con i traghetti per la Grecia.
Il porto di Sami, sull’isola, è collegato direttamente a Brindisi dai traghetti della ‘Red Star Ferries’ nel periodo che va dalla fine di luglio all’inizio di settembre; le traversate, della durata di circa 16 ore, sono effettuate durante le ore notturne e con cadenza settimanale.
Dal porto di Bari, il collegamento diretto con l’isola greca è invece garantito da ‘Ventouris Ferries’, che effettua una traversata settimanale (ogni lunedì) dalla seconda metà di luglio alla fine di agosto.

In alternativa si può optare per il servizio della società ‘European Seaways’, che, in collaborazione con ‘Ventouris Ferries’, offre quattro collegamenti domenicali nel mese di agosto, con partenza da Bari.
Le possibilità di raggiungere Cefalonia direttamente dall’Italia, sono dunque limitate alla Puglia, e i traghettamenti, operati solo durante l’estate, non sono molto frequenti. Un’alternativa può essere quella di fare uno scalo a Patrasso o Igoumenitsa; in questo caso la scelta delle date e del porto di partenza è certamente più ampia.
Patrasso è collegata ad Ancona dalla ‘Minoan Lines’ e dalla ‘Anek Superfast’, che operano in ogni stagione con diverse traversate settimanali; la Grimaldi Lines collega invece la città greca con il porto di Brindisi con partenze effettuate quasi ogni giorno e tutto l’anno.
Una volta giunti a Patrasso bisognerà arrivare autonomamente al porto di Kyllini, raggiungibile in circa tre ore e mezza di auto, e da lì effettuare infine la breve traversata fino al porto di Poros, sull’isola di Cefalonia.
Fare scalo ad Igoumenitsa comporta un viaggio complessivamente più lungo, ma è anche l’itinerario che offre maggiore flessibilità: la città, benché relativamente distante da Cefalonia, è infatti collegata quotidianamente e durante tutto l’anno a diversi porti italiani, ed in particolare a Brindisi dalla ‘Grimaldi Lines’, con traversate della durata di appena otto ore, a Bari da ‘Superfast Ferries’ e ‘Ventouris Ferries’, e ad Ancona da ‘Anek Lines’, ‘Minoan Lines’ e ‘Superfast Ferries’.
Igoumenitsa è inoltre collegata a Venezia e Trieste rispettivamente da ‘Anek Lines’ e da ‘Minoan Lines’, tratte anch’esse garantite tutto l’anno con almeno un collegamento settimanale.
Arrivati a Igoumenitsa, bisognerà raggiungere la città di Astakos, dalla quale partono traghetti quotidiani per Sami, oppure l’isola di Lèucade, dai cui porti di Nidri e Vassiliki transita il traghetto locale diretto a Fiskardo, nel nord di Cefalonia.

lucia mascolo